https://medicina365.it/2022/09/05/dott-pierpaolo-zito-angelic-reiki/: da questo link potete ascoltare l'intervista televisiva riguardante l'Angelic Reiki® e le Sequenze Arcangeliche andata in onda sabato sera 3 settembre 2022 su Odeon TV e disponibile sul sito www.medicina365.it ricercando Pierpaolo Zito oppure "Angelic Reiki".

 

Angelic Reiki®.

L'Angelic Reiki® è una tecnica di guarigione energetica attraverso le energie degli Esseri di Luce siano essi Angeli, Arcangeli, Maestri Ascesi, Guaritori Galattici di Luce pura al 100% e Divina Presenza (altri 11 aspetti della nostra Anima): questo sistema di guarigione è stato donato all'Umanità dall'Arcangelo Metatron (in vita era il profeta Enoch) canalizzato in Inghilterra da Kevin Core tra il 2002 ed il 2003 e da lì ha continuato ad evolversi nel mondo.

Dal 2001 la vibrazione del Regno Angelico si è fusa con la Terra e con l'Umanità al fine di innalzarne il livello di coscienza e, sempre più in questi ultimi 20 anni, gli esseri umani hanno ridato attenzione alle figure Angeliche e degli Esseri di Luce.

Un gran numero di operatori olistici si occupa già di Reiki Usui dal nome del Maestro Usui in Giappone: questo sistema offre le possibilità di canalizzare Energia Universale per la guarigione energetica ed evoluzione della coscienza umana e questo sistema, donato fin dai tempi di Atlantide dalla Gerarchia Spirituale e Planetaria all'uomo, utilizza antichi simboli di guarigione Reiki con la finalità di riequilibrare squilibri fisici e spirituali che rallentavano lo sviluppo individuale e la riconnessione con il nostro Divino Interiore.

Personalmente sono entrato in contatto con questa tecnica nel maggio del 2014 frequentando il corso di 1/2 livello ed un mese dopo quello  di 3/4 livello, mentre con giugno del 2015 ho completato la formazione attraverso il corso Professional ed il corso Master che abilita all'insegnamento e alle presentazioni al pubblico ,previo riconoscimento inernazionale da parte della associazione madre in Inghilterra, con segnalazione dei Master autorizzati sul sito internazionale www.angelicreikimagic.com. Dall'ottobre 2015 è cominciato il mio personale persorso di formatore presso il mio studio ma anche con corsi tenuti a Treviso, Bologna, Verona e Villafranca di Verona, percorso che prosegue tutt'ora.

Anche nell'Angelic Reiki® vengono utilizzati questi antichi simboli di guarigione ma vi è una differenza importante rispetto al Reiki Usui poichè le armonizzazioni e le attivazioni dei simboli non vengono date dal Maestro (quindi passano attraverso la sua coscienza) ma sono gli Angeli e gli altri Esseri di Luce a provvedere a questo depositando questi simboli sul Chakra del Plesso del Cuore, sui palmi delle mani, sul Chakra della Corona e sul Chakra Stella della Terra (15 cm circa sotto i nostri piedi) ed il compito del Maestro è solo quello di "mantenee lo spazio" affinchè gli Esseri di Luce provvedano  prima ai processi di pulizia karmica  e successivamente alla armonizzazione vera e propria con l'ancoramento dei simboli.

Parlare di Angelic Reiki® implica entrare in un campo spirituale molto soggettivo: personalmente ci tengo a precisare che non vi è nessuna connotazione religiosa particolare poichè le figure degli Angeli, degli Arcangeli , dei Maestri Ascesi e dei Guaritori Galattici di Luce pura al 100% sono figure esistenti nelle varie tradizioni religiose, basti pensare che l'Arcangelo Gabriele, così come ha annunciato a Madre Maria l'arrivo del Gesù Cristo, è la stessa figura che ha dettato il Corano al profeta Maometto. Da insegnante, personalmente, mi sono soffermato ad approfondire diverse tematiche delle varie religioni con un arricchimento a livello personale impagabile, un approfondimento che tutt'ora continua ed il mio approccio a questa tecnica è dovuto al fatto che a livello personale le figure Angeliche mi hanno sempre attratto tanto che, presso lo studio dove sono tutt'ora dal 2011, ogni stanza , fin dall'inizio, ha una figura Angelica...e nel frattempo  sono aumentate! :-)

 

A CHI SI RIVOLGE L'ANGELIC REIKI®?

- ha effetto benefico sull'ansia, lo stress, la stanchezza e la depressione;

- ha effetto sui bambini indaco, arcobaleno e cristallo;

- aiuta su disagi fisici, emotivi, spirituali;

- aiuta coloro che sono vicini al trapasso ed i loro familiari;

- aiuta le guarigioni Karmiche;

- aiuta le donne in stato di gravidanza;

- aiuta in tutte le fasi di trasformazione e cambiamento;

- aiuta ad entrare in contatto e/o fortificare le percezioni del regno degli Esseri di Luce;

- è possibile pulire energeticamente stanze o case dove si percepisce un ristagno energetico;

- è possibile trattare animali e piante;

- è possibile trattare oggetti e strumenti di lavoro, olii essenziali, rimedi omeopatici, fiori di Bach ecc, per ìnnalzarne il livello energetico

  alla vibrazione degli Esseri di Luce.

 

COME SI SVOLGE UNA SEDUTA DI ANGELIC REIKI®?

Innanzi tutto vi è un colloquio iniziale con il cliente al fine di individuare e comprendere cosa lo ha portato a richiedere una seduta di questo tipo e a focalizzare l'intenzione da dare al trattamento; vi sono situazioni molto complesse in cui lo stesso cliente magari avrebbe più richieste alle quali non sa dare una priorità....questo non è un problema poichè comunque, nel momento in cui l'operatore si concentra sulla seduta viene richiesta "LA MIGLIORE GUARIGIONE POSSIBILE PER IL CLIENTE" sulla base del suo stato di coscienza; molto spesso non siamo capaci di chiedere per noi stessi, magari siamo più bravi a prodigarci per gli altri, ma gli Esseri di Luce ci vedono meglio di quanto ci vediamo noi e SONO GLI ESSERI DI LUCE AD APPORTARE LA GUARIGIONE NON L'OPERATORE.

L'OPERATORE ha il compito di mantenere lo spazio della guarigione e di fare da canale, anche fisico, affinchè le energie superiori degli Esseri di Luce arrivino al ricevente e NON DECIDE NULLA SU CHE TIPO DI TRATTAMENTO APPORTARE, non ha neccessità di utilizzare e/o ricordare i simboli Reiki poichè gli sono stati depositati sui chakra e sui palmi delle mani, saranno gli Essere di Luce a decidere il trattamento ed i simboli necessari.

L'OPERATORE DI ANGELIC REIKI®, CON COSCIENZA E PRESENZA NEL SUO COMPITO, HA IL DOVERE DI RICONOSCERE IL TIPO DI TRATTAMENTO CHE VIENE APPORTATO DAGLI ESSERI DI LUCE dal momento che in base a questo, nella sua coscienza deve ricordarsi di certi passaggi. Poichè l'operatore non decide nulla a rigore IL CLIENTE NON DEVE NECESSARIAMENTE COMUNICARGLI LE INTENZIONI DATE AL TRATTAMENTO, tuttavia il colloquio iniziale è sicuramente utile per aiutare la persona ad esprimere al meglio le proprie richieste.

Prima dell'inizio di un trattamento, o anche ad inizio giornata, l'operatore provvede a fare L'APERTURA DELLO SPAZIO, secondo una modalità imparata ai corsi, che mira a creare quello spazio energetico ideale in cui le energie degli Esseri di Luce possano esplicare al meglio il loro compito ed esaudire le richieste di aiuto del cliente: in questo spazio energetico non può entrare nulla che non sia di Luce e Amore Puro al 100% poichè viene invocato anche l'Arcangelo Michele e la sua Legione di Angeli a porre una cupola dorata di Protezione e Trasmutazione. All'inizio di ogni consultazione, nella sua coscienza, l'operatore chiede sempre agli Esseri di Luce di provvedere a sanare e correggere eventuali errori o dimenticanze ed è per questo motivo che OGNI CONSULTAZIONE DI ANGELIC REIKI® E' PERFETTA COSI' COME E' NON CI POSSONO ESSERE ERRORI.

Una volta stablita l'intenzione, il cliente viene fatto accomodare sul lettino (o su una sedia), vestito in posizione supina e ad occhi chiusi e viene invitato a fare dei respiri profondi  approfittando della fase di espirazione per eliminare con essa paure, timori, pensieri....da quel momento l'operatore non gli parlerà più fino a quando lo toccherà su una mano e lo chiamerà per nome nel momento in cui gli Esseri di Luce hanno terminato il loro lavoro.

All'inizio del trattamento, l'operatore potrà essere stato guidato a posare la mano donante (la destra per i destrimani, la sinistra per i mancini) sul plesso solare e la mano ricevente sul plesso del cuore: il plesso solare è in corrispondenza del 3° chakra che è quello che ci ancora alla esistenza attuale, mentre il plesso del cuore è in corrispondenza della ghiandola del Timo che viene definita coma la Porta d'accesso dell'Anima alle vite precedenti e alle vite multidimensionali.

Il trattamento di Angelic Reiki® in effetti può prendere le informazioni necessarie alla migliore guarigione possibile per il ricevente in vite precedenti o in altre dimensioni spaziali e temporali, durante il trattamento sia l'operatore che il ricevente possono vedere immagini ambientate in altre epoche o altri mondi, altre galassie. Durante il trattamento sia il cliente che l'operatore possono perdere la percezione del loro corpo fisico (l'operatore può comunque essere fatto spostare intorno al corpo del ricevente e portato a tenere sempre le mani staccate o posizionarle su varie parti del corpo), il cliente stesso può avere la sensazione di essere toccato, vedere colori, avvertire presenze, suoni, odori, sapori.

Dopo che gli Esseri di Luce hanno terminato, viene invocato sempre l'Arcangelo Michele affinchè provveda ad ancorare e rafforzare il trattamento su tutte le dimensioni spaziotemporali ed una volta terminato comincia il processo di disconnessione, ringraziando e congedando gli Esseri di Luce, poi l'arcangelo Michele, si donano le energie in ecesso a Madre Terra per utilizzarle dove è più necessario e l'operatore dichiara, nella sua coscienza, di essere completamente separato e scollegato dal cliente in tutte le dimensioni spaziotemorali.

A qel punto l'operatore richiama il cliente e comincia il feed back con il racconto di ciò che ha provato  e con quello che è sato indicato e visualizzato dall'operatore dagli Esserii di Luce.

UNA SEDUTA DI ANGELIC REIKI® HA UNA DURATA DI 21-28 GIORNI CIRCA:  in questo lasso di tempo  il trattamento si integra nel corpo del ricevente che può avere delle elaborazioni successive; compito dell'operatore è dare sempre un supporto in questo periodo nella consapevolezza che tutto è perfetto e che è corretto mirare alla auto determinazione del cliente stesso , l'operatore tende a dimenticare il trattamento già dopo 2/3 giorni poichè non lo riguarda e se ne stacca...eventuali nuove consultazioni è bene avvengano passati questi 21-28 giorni (28 giorni è un lasso temporale di elaborazione del nostro corpo, cambiamo la pelle ogni 28gg, le mestruazioni sono ogni 28 gg circa) oppure quando le elaborazioni del ricevente sono tali da richiedere una nuova consultazione  su punti di approfondimento speciici.

L'OPERATORE NON DEVE MAI CREARE DIPENDENZA VERSO QUALUNQUE TIPO DI TRATTAMENTO PER I CLIENTI E A MAGGIOR RAGIONE IN UN CAMPO SPIRITUALE COME QUESTO DELL'ANGELIC REIKI®: L'OPERATORE FUNGE DA TRAMITE PER IL CLIENTE CHE RIMANE SEMPRE E SOLO LUI IL PROTAGONISTA DELLA CONSULTAZIONE.

L'ANGELIC REIKI® NON DA' SPAZIO ALL'EGO: come operatore, nei trattamenti, non ci si può inventare nulla o decidere di fare in autonomia, sono gli Esseri di Luce ad apportare la guarigione mentre come insegnante ai corsi anche in questo caso le metodologie di insegnamento sono uguali in tutto il mondo e contenute nel manuale del Master che è uguale per tutti, basta solo seguire il contenuto del manuale per insegnare corretttamente.

LE CONSULTAZIONI DI ANGELIC REIKI® POSSONO NATURALMENTE ESSERE SVOLTE IN STUDIO, MA LA MODALITA' REIKI PREVEDE ANCHE LA POSSIBILITA' DI CONSULTAZIONI A DISTANZA IN VIDEOCHIAMATA SKYPE, WHATSAPP, SIGNAL.

POSSONO ESSERE RICHIESTI TRATTAMENTI A DISTANZA ANCHE PER TERZE PERSONE, SENZA IL LORO PERMESSO: questa è una differenza importante rispetto al reiki tradizionale e deriva dal fatto che in quest'ultimo caso è l'operatore che fa e decide i simboli da utilizzare per la persona ricevente (e quindi deve essere messo al corrente) mentre nell'Angelic Reiki® basta conosccere semplicemente il nome del ricevente, viene aperto lo spazio per il trattamento e poi sono gli Esseri di Luce che apporteranno il trattamento e questo significa che se il ricevente è già nella sua "migliore guarigione possibile" potrebbe non essere fatto nulla. 

 

Nuovo testo 2021 della versione corta de LA GRANDE INVOCAZIONE

canalizzata da Christine Core attraverso il Maestro Asceso Djwhal Khul da inserire nella Apertura dello Spazio.

 

Dal punto di Luce CHE IO SONO,

Lascio fluire la Luce dalla Mente di Dio,

La Terra emana Luce.

 

Dal punto di Amore nel Cuore di Dio,

Lascio fluire l'Amore dal mio cuore,

IO SONO l'Anima Cristica sulla Terra.

 

Dal mio centro, dove il Volere di Dio è conosciuto,

Lascio che il Divino proposito mi guidi,

Il proposito che tutti i Maestri conoscono e servono.

 

Dal centro del Divino Genere Umano,

Lascio che si svolga il PIano di Amore e di Luce,

Il mio Amore sigilla la porta oltre cui il male risiede.

 

IO SONO la Luce, l'Amore e il Potere che vive il piano di Dio sulla terra.

 

 

 

 

 

SHAMBALLA.

La tecnica di guarigione energetica di  Shamballa mi è stata trasmessa frequentando un corso di 6 giorni ,nel Regno Unito, a fine novembre, inizi dicembre del 2019 e tenuto dalla responsabile mondiale dell'Angelic Reiki® Christine Core.

Nella sezione precedente dell'Angelic Reiki® in merito alle modalità di svolgimento della consultazione, è stato accennato al fatto che l'operatore, prima della seduta, provvede a fare l'Apertura dello Spazio per creare quel campo energetico ideale dove gli Esseri di Luce possono svolgere al meglio la migliore guarigione energetica possibile per il ricevente del trattamento. L'Apertura dello spazio di Angelic Reiki® include anche una così detta "versione corta" di una preghiera laica nota come LA GRANDE  INVOCAZIONE...è proprio all'interno di un capoverso di questa versione corta che vi è un riferimento a Shamballa ed è il motivo che mi ha portato a voler approfondire anche questa tecnica che è molto legata allìAngelic Reiki® ma ne differisce per le modalità di pratica di una consultazione. Qui di seguito  si trova la versione corta della Grandi Invocazione in cui è messo in in evidenza il capoverso che fa riferimento a Shamballa.

 

Dal punto di Luce entro la mente di Dio,

affluisca luce nelle menti deglio uomini,

scenda Luce sulla Terra.

 

Dal punto di Amore entro il Cuore di Dio

affluisca Amore nel cuore degli uomini.

Possa Cristo tornare sulla Terra.

 

Dal Centro, ove il Volere di Dio è conosciuto,

il proposito guidi i piccoli voleri degli uomini,

il proposito che i Maestri conoscono e servono.

 

Dal centro, che vien detto il Genere Umano,

si svolga il Piano di Amore e di Luce,

e possa sbarrare la porta dietro cui il male risiede.

 

Che Luce, Amore e Potere ristabiliscano il Piano sulla Terra.

 

Questi capoversi sono la così detta "terza stanza" della Grande Invocazione perchè vi sono altre due strofe, o meglio, altre due stanze, che la precedono e furono canalizzzte da Alice Bailey, tra il 1935 ed il 1945 , attraverso il Maestro Asceso Dwal Khul detto "Il Tibetano" e le spiegazioni in merito a tutto ciò che riguarda La Grande Invocazione sono state estrapolate proprio da un libro di Alice Bailey, intitolato "ESTERIORIZZAZIONE DELLA GERARCHIA".

La Grande Invocazione è una preghiera universale ed uno strumento affidato agli uomini per la realizzazione del Piano Divino ed utilizzarla è un servizio verso l'Umanità e verso il Cristo inteso nel senso più ampio del termine: questa preghiera è stata donata all'Umanità dalla Gerarchia Spirituale (membri della Umanità cha hanno trionfato sulla materia ed hanno raggiunto la padronanza di sè e mirano alla realizzazione della vita di gruppo planetaria attraverso il loro processo di Ascensione).

La Grande Invocazione esprime il Destino del Piano dell'Umanità, è un mezzo di allineamento che porta un flusso spirituale al centro del cuore dell'Umanità ma che proviene da fonti più elevate: l'Umantà fa parte del così detto TRIANGOLO PLANETARIO che, oltre all'UMANITA' include anche SHAMBALLA, il luogo ove il volere di Dio è conosciuto (3° capoverso della terza stanza di cui sopra) e la GERARCHIA, il centro del cuore planetario di accesso all'Amore Divino, il Cuore di Dio del 2° capoverso della 3° stanza. AL CENTRO DEL TRIANGOLO PLANETARIO VI E' IL CRISTO, IL MAESTRO DEL MONDO, atteso da tutte le genti e noto con nomi diversi.

Il concetto fondamentale della terza stanza de La Grande Invocazione risiede nel fatto che è proprio l'Umanità, attraverso il suo operato, che permette la realizzazione del Piano di Amore e di Luce, il Piano conosciuto dalla Gerarchia Spirituale a Shamballa: l'Umanità protrà svolgere questo compito attraverso l'aiuto della Gerarchia e Shamballa, "ristabilendo" il Piano di Luce, Amore e Potere come era dalle origini ed è solo l'Umanità, sempre attraverso il suo comportamento, che può continuare a mantenere "sbarrata la porta dietro cui il Male risiede".

 

COS'E' SHAMBALLA?

Queste informazioni sono tratte sia da un blog dal nome "Shamballa il Regno della luce" ma anche dalla dispensa del corso di Shamballa frequentato a fine 2019.

Come Regno spirituale, Shamballa rappresenta la fonte di tutti gli insegnamenti spirituali che investono il nostro pianeta; tutte le grandi religioni, le correnti esoteriche divinamente ispirate ed i cammini spirituali autentici, vengono ispirati da Shamballa. La Gerarchia Spirituale che vive a Shamballa ha guidato la crescita spirituale dell'umanità e Shamballa agisce direttamente per infondere l'impulso della evoluzione spirituale attraverso gli esseri umani che sono su un cammino spirituale.

Dal punto di vista fisico, in tutte le tradizioni si dice la stessa cosa e cioè che esiste un mondo misterioso di Saggi che guidano e sostengono l'Umanità che viene localizzato nel tibet, è presumibilmente sull'Himalaya o nel deserto dei Gobi; varie tradizioni spirituali e popolari nominano Shamballa con altri nomi: Tula, l'Isola Bianca, il Regno della Felicità, il Mpnìodo dei Saggi, il Pese delle Acque Bianche, Iperborea, Sanghri-La.

Shamballa viene descritta come un luogo abitato da esseri illuminati la cui capitale  è nominata Kalapa, ricca di palazzi meravigliosi e circondata dal giardino di Malaya, con ad est il lago Uparmanasa e ad ovest il lago  Pundarika ed al centro del grande parco si eleva il palazzo reale.

Un Dalai Lama scomparso nel 1987, Chogyam Trungpa, desccrive Shamballa come sede di una citta illuminata in cui, gli esseri appartenenti alle fedi religiose di tutto il mondo possono realizzare le loro aspirazioni mistiche oltrepassando i pregiudizi e paure ed arrivare alla saggezza del "qui ed ora".

L'Occidente viene a conoscenza della leggenda di Shamballa alla fine del XIX secolo, periodo in cui la Russia e l'Inghilterra si contendevano i territori del Tibet e dell'Asia Centrale ed entrarono in contatto con la cultura ed il pensiero religioso dell'area tibetana; tra il 1909 ed il 1915 a San Pietroburgo è stato eretto un tempio dedicato al sapere del Tantra Kalachakra di Shamballa e questo tempio esiste ancora ed è il più grande tempio buddista in Occidente in cui il Dalai Lama avrebbe dovuto dare l'iniziazione per sancire la stretta relazione tra la Russia ed il Regno di Shamballa.

Si dice che i Maestri Ascesi del Regno di Shamballa un giorno scenderanno sulla Terra per aiutare l'Umanità e nella tradizione della conoscenza esoterica canalizzata da Alice Bailey e trasmessa dal maestro Tibetano Djwhal Khul si parla di Shamballa come il luogo , l'aspetto della Volontà Divina, della energia creativa che agisce attraverso il Primo Raggio della Volontà.

"Shamballa viene spesso indicato come il Sentiero del Guerriero che ci consente di realizzare il nostro Sè Spirituale attraverso la vita quotidiana da una prospettiva spirituale cosciente; è il luogo del coraggio di affrontare le nostre paure con amore, gentilezza e compassione verso noi stessi, soprattutto essere vulnerabili. E' anche il luogo della Mente Presente, intesa come presenza , della consapevolezza di come percepiamo il mondo. Se ti guardi intorno ora cosa vedi? Qual è il tuo giudizio su ciò che vedi? Giudichi ciò che vedi e percepisci? Essere in un vero luogo di accettazione del tutto senza giudizio significa vivere la vita del Guerriero di Shamballa, per vivere mano nella mano con l'Amore Incondizionato, Shamballa è la via, la Volontà di farlo ed inizia nel posto più importante: NOI STESSI."

 

A CHI SI RIVOLGE UNA CONSULTAZIONE DI SHAMBALLA?

Le motivazioni per questa consultazione ricalcano quelle dell'Angelic Reiki®, possono essere richiesti i trattamenti sia per motivazioni fisiche che emotive e sprituali, è la tecnica che è diversa per l'operatore. Riportiamo qui di seguito le motivazioni riprese dalla parte di Angelic Reiki®:

- ha effetto benefico sull'ansia, lo stress, la stanchezza e la depressione;

- ha effetto sui bambini indaco, arcobaleno e cristallo;

- aiuta su disagi fisici, emotivi, spirituali;

- aiuta coloro che sono vicini al trapasso ed i loro familiari;

- aiuta le guarigioni Karmiche;

- aiuta le donne in stato di gravidanza;

- aiuta in tutte le fasi di trasformazione e cambiamento;

- aiuta ad entrare in contatto e/o fortificare le percezioni del regno degli Esseri di Luce.

 

COME SI SVOLGE UNA CONSULTAZIONE DI TECNICCA DI SHAMBALLA?

Come per la consultazione di Angelic Reiki® anche in questo caso vi è un colloquio iniziale al fine di formulare al meglio possibile la richiesta di aiuto, da parte del ricevente, alla Gerarchia spirituale di Shamballa.

A seguito del colloquio, il cliente viene fatto accomodare su un lettino o su una sedia e gli si chiede di centrarsi, chiudere gli occhi e fare alcuni respiri profondi e, nella fase di espirazione profonda, di immaginare di eliminare pensieri, paure timori e di svuotare la testa; l'operatore si centrerà anche lui con il respiro, modificando la posizione dei piedi per terra per radicarsi.

Anche in questo caso L'OPERATORE E'UN TRAMITE ATTRAVERSO IL CUI CORPO FISICO PASSA AL RICEVENTE L'ENERGIA DI SHAMBALLA, L'OPERATORE NON DECIDE NULLA, LA TECNICA DI SHAMBALLA NON E' UNA TECNICA DI REIKI, E' IL DIRETTO PASSAGGIO DELLA ENERGIA DELLA GERARCHIA SPIRITUALE DI SHAMBALLA AL CORPO DEL CLIENTE.

Analogamente alla consultazione di Angelic Reiki® anche in questo caso l'operatore potrà essere indirizzato a posare la mano donante e la mano ricevente rispettivamente sul Plesso solare del Cliene e sul Plesso del Cuore Superiore, in corrispondenza della ghiandola del Timo, oppure semplicemte sulle spalle del Cliente oppure anche a non toccare il cliente; durante il trattamento l'operatore potrà essere fatto spostare dalla Gerarchia spirituale di Shamballa.

Ad inizio trattamento ed anche durante lo stesso, l'operatore verrà guidato a ripetere per 3 volte in sequenza le parole "IO SONO SHAMBALLA!", nella sua coscienza e non ad alta voce, questo perchè, come canale, L'OPERATORE DIVENTA L'ENERGIA DI SHAMBALLA DA CUI ARRIVA LA GUARIGIONE ENERGETICA.

Una volta che il trattamento è stato donato, l'operatore riporta alla coscienza il suo ricevente chiamandolo per nome e posandogli una mano su una dele sue ed anche in questo caso comincia il feed back col racconto di ciò che ha percepito il cliente e ciò che ha percepito l'operatore.

UN TRATTAMENTO DI SHAMBALLA NON HA UNA CADENZA PARTICOLARE: non vi è qui il lasso temporale di 21-28 giorni come nell'Angelic Reiki®, sempliccemente PUO' ESSERE RIPETUTO A SEGUITO DELLE ELABORAZIONI DEL RICEVENTE IN QUALUNQUE MOMENTO, sarà anche l'esperienza dell'operatore a guidare il ricevente nella tempististica, mirando sempre alla capacità del cliente di autopercepire al meglio le proprie necessita, RICORDIAMO SEMPRE CHE NON SI CREANO DIPENDENZE DAI TRATTAMENTI.

 I TRATTAMENTI DI SHAMBALLA POSSONO ESSERE FATTI A DISTANZA ANCHE IN VIDEOCHIAMATA SKYPE, WHATSAPP, SIGNAL

 

 

LE SEQUENZE ARCANGELICHE.

 

Queste sequenze mi sono state fatte canalizzare da 4 Arcangeli tra settembre 2020 e inizi estate 2021, durante un periodo di tempo in cui avevo la necessità di prendere una pausa, a livello personale, dagli impegni di gruppo derivanti dall'Angelic Reiki®.

Sono sequenze arrivate in maniera inaspettata poichè i trattamenti erano partiti come di Angelic Reiki® e subito hanno assunto una connotazione diversa.

Poichè sono delle sequenze date dagli Arcangeli, possono essere imparate da tutti, anche come autotrattamento e semplicemente occorre mettere l'intenzione da dare al trattamento, la richiesta specifica da fare all'Arcangelo.

PRIMA SEQUENZA: "LA GUARIGIONE FISICA" DELL'ARCANGELO MICHELE.

Questa sequenza è arrivata per la prima volta ad una signora che a suo tempo aveva fatto corsi di Reiki Usui, con diverse problematiche fisiche sulle quali lavoro anche con tecnica cranio sacrale e kinesiologia applicata.

La sequenza prevede di partire dalle creste iliache, per spostarsi poi sul ventre della persona, la testa, le braccia e le gambe, lo sterno. la parte bassa del costato per ritornare alla fine ai visceri: durante il tratttamento si fanno dei movimenti leggeri e lenti di allungamento, allargamento delle fascie e degli arti; ci sono movimenti "ad onda" sulla testa della persona e sui deltoidi e movimenti di leggera compressione e successiva espansione della cassa toracica.

Questo trattamento mira a dare un senso di "svuotamento" a livello fisico, di leggerezza ed agisce sia a livello strutturale che delle fascie muscolari permettendo un rilassamento fisico: se il ricevente ha problemi fisici specifici si può immaginare di inondare di Luce Bianca la zona interessata mentre si esegue la sequenza. Poichè il tocco è molto leggero e delicato, non è assolutamete un trattamento invasivo e può essere fatto anche come puro rilassamento e riequilibrio energetico. Durante tutta la sequenza rivolgersi sempre con il pensiero nel chiedere il sostegno dell'Arcangelo Michele.

 

SECONDA SEQUENZA: "LO SCRIGNO" DELL'ARCANGELO URIEL.

Questa sequenza mi è stata fatta canalizzare durante un autotrattamento nel quale avevo chiesto aiuto agli Esseri di Luce per riprendermi dall'aver avuto il Covid, in primis per motivi di salute ma anche per la ripresa della vita giornaliera a livello lavorativo.

Nello specifico la sequenza riguarda la manifestazione della propria Volontà e l'Espressione dei propri Desideri: è un trattamento attraverso il quale l'Arcangelo Uriel ci aiuta nello scopo energizzando i desideri e le volontà facendoli passare attraverso il 3°- 4° - 5° chakra, rispettivamente del plesso solare (chakra della manifestazione della propria volontà), chakra del cuore (i desideri e le volontà vengono intrisi dalla purezza del cuore), chakra della gola (per l'epressione dei nostri desideri/volontà). Tutto questo viene fatto attraverso fasci di luce colorata fino al punto che dal nostro cuore prende vita uno "scrigno" all'interno del quale sono contenuti i desideri, intenzioni, volontò che abbiamo dato al trattamento. In questa sequenza interviene anche l'Arcangelo Michele poichè sarà attraverso la sua spada che le nostre intenzioni verranno inviate all'Universo.

 

TERZA SEQUENZA: "IL CEDIMENTO AL CUORE" DELL'ARCANGELO RAFFAELE.

Questa sequenza è stata canalizzata nell'arco di 2 sedute alla stessa persona ed è un trattamento focalizzato sulla sfera affettiva chiedendo un aiuto nel volersi bene, nel dare affetto e nel permettersi di ricevere affetto.

E' una sequenza guidata dall'Arcangelo Raffaele da invocare costantemente durante tutta la seduta e/o percepirne la presenza: l'Arcangelo provvede a creare un tubo di Luce che collega il plesso solare con quello del cuore, mentre successivamente si provvede ad irradiare di Luce tutta la parte superiore del torace partendo dalla zona del chakra della gola; infine l'Arcangelo Raffaele provvede ad alleggerire dai pensieri il ricevente mantenendo un collegamento col cuore.

Nell'ultima parte della sequenza interviene l'Arcangelo Michele che lavorando sui chakra 3-4-5-6 ci fa ripetere nella nostra coscienza per noi stessi in auto trattamento o per il ricevente le seguenti frasi; "individua la tua Volontà,  Anima la tua volontà e riempila con la Purezza del Cuore, Esprimi la tua Volontà con una Comunicazione Armonica, Permea i tuoi pensieri ed emozioni affettiva di Benevolenza".

 

QUARTA SEQUENZA: "LO SCORRERE LEGGERO DELL'ACQUA" DELL'ARCANGELO GABRIELE

 

Questo trattamento è una sequenza di sfioramenti sul corpo del ricevente in cui l’Arcangelo Gabriele opera insieme all’Arcangelo Sandalphon.

Lo scopo di questa sequenza è ridare leggerezza sia emotiva che fisica, in cui la componente Acqua è fondamentale attraverso il suo sgorgare dai chakra del ricevente e dal suo scorrere sul suo corpo.

La sequenza è governata dall'Arcangelo Gabriel che si ritrova ai piedi del ricevente, ma nel trattamento collabora l'Arcangelo Sandalphon stando, inizialmente,  dietro la testa del ricevente eprovvedendo a spostarsi con gli sfioramenti sul corpo del ricevente, diretti da Raffaele che a mano amano provvede a far sgorgare acqua dai chakra del ricevente dopo che sotto il corpo del ricevente stesso si materializza una fonte di acqua cristallina su cui galleggia il corpo del ricevente.

E' una sequenza che porta ad un estremo rilassamento, lavora sul piano mentale per dargli alleggerimento ma gli sfioramenti lavorano ache sul corpo....è come aiutare il ricevente a imparare a "lasciarsi scivolare le cose addosso"; durante la prima visualizzazione di questa sequenza, arrivata ad una operatirice di Angelic Reiki®, il trattamento è stato chiaramente fatto con la persona vestita, tuttavia, mi è stata data anche l'indicazione che la stessa può essere fatta, con la persona in abbigliamento intimo, come tecnica di rilassamento utilizzando olii caldi ed olii essenziali.